sx

tempio

dx

 

 

 

 

 

 

 

CHI SIAMO

CONTATTI

I NOSTRI CANI

CUCCIOLI

RICONOSCIMENTI

 

achille

La nostra avventura è cominciata con Achille, il maschio di casa, figlio di Lola e Dirk Dei Centurioni, discendente di Warrior Dei Centurioni.


Ricordo ancora l'emozione quando è arrivato!! Avere un cucciolo giocherellone sempre tra i piedi che voleva solo che gli tirassimo la palla. Oggi è il "terrore" di mio figlio, che non può giocare a calcio se lui è in circolazione perché se acchiappa una palla è sicuro che la ritroviamo bucata. Nonostante la sua stazza e vivacità, sa essere molto delicato, tra tutti, lui è quello che mi ha combinato meno marachelle da cucciolo e adesso è il capobranco rispettato da tutti!

achille
riga

nike

La prima femminuccia di casa è stata Nike, figlia di Nina e Hiroy Della Fortezza Greca, discendente di Fred Del Colle Dell'Infinito.


Lei è la mammina di casa, affettuosa e tranquilla, ci cerca sempre per farsi fare le coccole. Dai miei figli si fa fare tutto, anche mettere gli occhialini per la piscina! La sua principale passione però sono le bocce che ti riporta in continuazione per farsele ritirare!

nike
riga

venus

Poco dopo è arrivata anche Venus, figlia di Ygor e Bentilla.


Lei è il terremoto di casa: iperattiva; giocherellona; imprendibile.
Quando è dentro al box e vuole uscire, inizia a fare dei balzi altissimi, tanto che l'abbiamo soprannominata "cangurina" e una volta fuori corre a perdifiato finché non si stanca e solo in quel momento la si può accarezzare. Bisogna ammettere che da quando è diventata mamma è cambiata molto, si è tranquillizzata, e ama le coccole come non mai!

venus
riga

dafne

Ad un certo punto, lungo il nostro cammino, abbiamo incontrato Daphne, figlia di Quark e Niura Di Monte Gesso.

 

Lei è entrata a far parte della nostra famiglia già adulta, infatti, il precedente proprietario non riusciva a prendersene cura e l'aveva lasciata ad un allevatore chiusa in un box. Ci ha fatto dispiacere e così l'abbiamo portata a casa con noi. Ricordo quando è scesa dalla macchina, confusa e disorientata, ha iniziato a ringhiare agli altri cani spaventata, ma è bastata una notte in loro compagnia e subito è diventata la loro fonte di baci. Non essendo abituata al "branco", quando gli altri corrono scalmanati, lei si mette al sole e li guarda come una mamma fa con i figli al parco, attenta ma rassegnata alle marachelle.

 

dafne

riga